Fisica e filosofia nel serial televisivo LOST

venerdì 12 marzo 2010

Oculus animi index

Gli occhi sono lo specchio dell'anima ... sì ... ma di quale anima?




Un'altra vita

" No, I'm serious, Ben! Who knows what you would have become? "










La tentazione

"Dr. Linus, you're not gonna say something, are you? "









Lo sbaglio

"Because you talked me into killing Jacob. "











La decisione

"Is my job, my power, that important to you ? So, what'll it be, Dr. Linus ? "










La disperazione

"But the thing that really mattered was already gone."









Guardando l'episodio ho avuto, sin dall'inizio, l'impressione che vi fosse qualcosa di diverso. Gli occhi di Ben. In alcune scene gli occhi di Ben appaiono più scuri di quanto in realtà siano. E in altre scene sono molto chiari, di un azzurro intenso e terso.

Sicché sono andata a rivedermi alcune scene clou.

Un'altra vita
Roger si chiede chi sarebbe potuto diventare suo figlio se fossero rimasti sull'isola. Noi lo sappiamo. Gli occhi di Ben sono scuri.

La Tentazione
Alex ha raccontato, al suo professore, ciò che ha visto nell'infermeria della scuola. Ben ha appena scoperto un loophole ... la tentazione si fa strada in Ben. Gli occhi sono scuri.

Lo sbaglio
Ben sta scavando la sua fossa. Perchè (F)Locke, con l'inganno, l'ha convinto ad uccidere Jacob. Ha commesso uno sbaglio. Gli occhi sono di un azzurro intenso.

La decisione
Mr. Reynolds ha appena passato la palla a Ben. Spetta a Ben decidere. Cosa scegliere? Il potere (con relativi "effetti collaterali") o il non nuocere? Gli occhi di Ben hanno due colori diversi: uno è chiaro e l'altro scuro.

La disperazione
Ben si dispera. Non è stato in grado di capire cosa effettivamente fosse importante. Ha sacrificato sua figlia per la paura di perdere il suo potere. Non se lo perdonerà mai. Gli occhi di Ben sono chiari, di un azzuro terso.

Ora ... si tratta di una pregevole scelta di regia - giocando quindi sul contrasto del chiaro e dello scuro al fine di sottolineare i diversi stati d'animo - oppure questa rappresentazione sottintende qualcosa d'altro?

Questa sesta stagione è caratterizzata dalla presenza di due realtà.
Quale e se vi sia un legame tra queste due realtà non lo sappiamo ancora. La faccenda interessante è che, nella realtà sideways, vengano presentati punti di contatto con quanto accaduto in precedenza (nella realtà on island) ai nostri beniamini.
(Jack non si ricorda di una cicatrice che in teoria dovrebbe avere dall'età di 7 anni; Kate quando sembra che Claire stia per partorire è con lei, a Ben si ripresenta il problema del "torch" - "torch Alex", "torch the island" ... )

Nell'episodio Roger rivela che sull'isola (lui e Ben) ci sono andati ma sono anche tornati indietro. Quando se se sono andati? Prima del famoso Incidente o in un altro momento?
Non saprei dirlo ma ... io credo, comunque, dopo che Sayid ha colpito il piccolo Ben.

Credo che il Ben di L.A. sia il Ben bambino colpito da Sayid, portato da Sawyer e Kate nei pressi del Tempio, preso da Richard per essere salvato ... ma "he's not ever gonna be the same again ... he'll forget this ever happened, and that...his innocence will be gone. He will always be one of us."

Dogen, riferendosi a Sayid, sentenzia: "There is a darkness growing in him and once it reaches his heart, everything your friend once was, will be gone."

Nel Ben di L.A. c'è quell'oscurità (e cerca di emergere in momenti di tentazione) ma non è riuscita ad arrivare al suo cuore. Ben ha fatto la scelta giusta. Lontano dall'isola, lontano da cattive compagnie (MIB) il lato oscuro di Ben non ha potuto prendere il sopravvento sulla parte buona.

Sì, cattive compagnie ... in due occasioni Ben ha dimostrato di rivolgersi a MIB: quando viene uccisa Alex e per essere giudicato (in relazione alla morte di Alex).
In un momento cruciale invoca l'aiuto di MIB per ottenere vendetta e in un altro si sottopone al suo giudizio proprio in vritù di quell'evento.

Perchè? Perchè Jacob non parlava con lui ... Nelle scene finali di "The Incident" Ben chiede a Jacob "What was it that was so wrong with me? What about me?!" ... perchè Ben era oscuro, perchè Ben è diventato, dopo esser stato salvato nel Tempio, il loophole di MIB.
(Jacob: "Well, you found your loophole. MIB: Indeed I did. And you have no idea what I've gone through to be here.)

Ma Ben, anche sull'isola, fa la scelta giusta ... la parte buona caccia quella oscura.
Come conciliare queste due realtà? So, teorici flashsideways, I put the ball back in your court!!!

2 commenti:

  1. Clap clap clap.
    Uno spunto davvero bellissimo, sostanzioso come non mai. Mi ha dato tanti spunti di riflessione quanti di solito me ne dà solo la puntata di Lost alla seconda o terza visione.

    Come si concilieranno le due realtà è ancora un mistero, e mi ci sto scervellando sin da LA X.
    Resta però un punto interrogativo in tutta la tua analisi: se Ben era oscuro, e Jacob non parlava più con lui perché sapeva di questa sua tara, perché Jacob stesso aveva consentito (o comunque non si era opposto) alla nomina di Ben a Leader degli Altri?
    Io non so come, ma penso che in tutto questo imbroglio del loophole c'entri anche il famoso tumore che aveva colpito Ben...

    RispondiElimina
  2. utilizzo la battuta di un famoso film di Mel Brooks: "il destino è quel che è, non c'è scampo più per me".
    Forse Jacob non può opporsi. E, come rivela Miles, (Jacob)sperava di essersi sbagliato. Sperava, forse, nel fatto che Ben fosse una persona migliore?
    Sperava nel fatto che, nonostante il destino indicasse una strada, emergesse il libero arbitrio di Ben?

    RispondiElimina

Lettori fissi